Carta d’identità della Riserva Naturale di Sassoguidano

Superficie complessiva: 272 ha.

Quota s.l.m.: da 360 a 704 m.

Istituzione: 1995 Ente di gestione: Comune di Pavullo nel Frignano, Via Giardini, 192

Centro visita della Riserva: loc. Sassoguidano.

Descrizione

La Riserva Naturale Orientata di Sassoguidano istituita dalla Regione Emilia Romagna nella primavera del 1995, si estende su una superficie di 272 ettari nel Comune di Pavullo nel Frignano. Il territorio della riserva, di elevato valore paesaggistico, è caratterizzato dalle strapiombanti rupi del Cinghio di Malvarone, un imponente complesso roccioso calcarenitico che costituisce un importante habitat per delicate specie floristiche e molte specie di uccelli, tra cui rari rapaci. Pareti rocciose e copertura forestale, castagneti, siepi, prati e coltivi, presenza di numerose specie animali e vegetali protette, rendono la zona uno dei territori più importanti della nostra Regione.

Da segnalare la presenza di strutture edilizie di antica origine, come la chiesa di Sassoguidano che domina solitaria la valle del Panaro e strutture rurali come quelle del nucleo abitativo di Sassoguidano, della Gallina Morta, del Mulino Cornola e del complesso storico a corte chiusa Torre.

Vegetazione e Flora

Estese aree boscate di cerro, roverella e castagno si alternano a campi e prati in buona parte ancora coltivati, spesso delimitati e incorniciati da siepi e da speroni rocciosi. Nei pianori a nord delle emergenze rocciose si sviluppano ampie doline a piatto; una di esse ospita un modesto invaso, lo stagno di Sassomassiccio (Oasi WWF), che riveste notevole interesse naturalistico anche per la presenza della rara pianta acquatica Hottonia palustris.

Fauna

Recenti studi hanno accertato la presenza di 84 specie di uccelli (70 delle quali nidificanti), 26 specie di mammiferi, 7 specie di rettili e 7 specie di anfibi. Gli uccelli sono sicuramente gli animali più facili da osservare: i rari falco pellegrino e lodolaio, la poiana, lo sparviere, il gheppio; anche i rapaci notturni sono ben rappresentati: il gufo comune, l’allocco, il barbagianni, la civetta. Tra i mammiferi l’istrice, il ghiro, il moscardino, lo scoiattolo e tra i predatori la volpe, il tasso, la faina, la puzzola e la donnola. Da diversi anni si sono reinsediati anche il capriolo e il cinghiale, mentre solo recentemente ha fatto la sua comparsa il cervo.

Attività

Al Centro Visita numerose informazioni, possibilità di visitare la mostra e partecipare ad escursioni e laboratori (Info: 347 1969163).

Per informazioni

Comune di Pavullo n.F., Assessorato Ambiente, Via Giardini n. 192 – 41026 Pavullo nel Frignano (MO). tel.053629974; 333-2710068 fax 0536.324307 riserva.sassoguidano@comune.pavullo-nel-frignano.mo.it www.riservasassoguidano.it

Mappa della Riserva Naturale di Sassoguidano

mappa riserva sassoguidano

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Potrebbe interessarti:

  • Non ci sono articoli simili

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>